Torino, 06 Dicembre 2019

La vera cucina giapponese spiegata in una lezione-riflessione dello Chef Hiroto Akama

La vera cucina giapponese spiegata in una lezione-riflessione dello Chef Hiroto Akama

Grandissima attesa per lo chef Hiroto Akama, il Maestro Viaggiatore della Cucina Giapponese che da alcuni anni gira il mondo, dagli Stati Unititi all’Australia, dall’Europa all’Asia, per insegnarla. Il 24 novembre alle ore 16.30 presso la Sala Forchetta, Hiroto Akama spiega i sapori, colori e profumi della cucina giapponese utilizzando i prodotti tradizionali di Wakayama, regione del Kansai definita “cuore spirituale” del Giappone. Attraverso la spiegazione e l’assaggio di alcune semplici ricette e prodotti tradizionali, lo chef fa “viaggiare” i partecipanti nel raffinatissimo mondo della cucina giapponese, inserita tra i Patrimoni dell’Umanità Unesco. Hiroto Akama, formato alla prestigiosa scuola Tsuji di Osaka, si è affermato professionalmente ancora giovanissimo e oggi è Chef executive dell’Osakaya Iina Hotel di Wakayama; consulente Food della JAL, principale compagnia aerea giapponese; membrodell’AJCA, All Japan Cooks Association; sommelier affermato nel mondo del sakè e esperto di cucina vegetariana. Per la lezione a Gourmet Food Festival Akama si presenta con Masanori Tezuka, chef del Miyabi di Torino, Yukari Sato, sommelier del Ristorante del Circolo dei Lettori, e Sayaka Miyamoto, giornalista esperta di food. La lezione è introdotta da Daniela Patriarca, responsabile del progetto ICT – Italian Culinary Tradition, mentre Costantino Tomopoulos, socio fondatore ICT, spiega al pubblico la lavorazione della salsa di soia, nata proprio nella regione di Wakayama e prodotta a Yuasa Town dal XIII sec e offre il Mormaggio, un formaggio italiano affinato nel preziosissimo Moromi, un derivato della lavorazione della soia, presentato a Tokyo in occasione del Salone dei Formaggi italiani ICE 2019.