Torino, 22 Ottobre 2017

Azienda Agricola Tenuta Castello, il riso della tradizione vercellese

Il territorio del Piemonte orientale rappresenta a pieno titolo l’area risicola più importante d’Italia: il 50% della produzione nazionale di qualità arriva da queste terre. In particolare, nella provincia di Vercelli, vera e propria capitale del riso, quasi tutto ruota intorno all’economia di questo cereale e ai canali irrigui che ne solcano il territorio sviluppandosi soprattutto dal Sesia, il fiume del Monte Rosa. Una tradizione produttiva che si esprime attraverso realtà storiche qual è l’Azienda Agricola Tenuta Castello, impresa famigliare che dal 1833 occupa la scenografica sede del Castello di Desana. Un’azienda votata al rispetto della naturalità del prodotto e dell’ambiente, dove ancora oggi il riso viene lavorato tradizionalmente con macchinari dei primi del ’900.

“Seguiamo internamente ogni singolo passaggio della catena produttiva - racconta Martina Vercellone, responsabile commerciale - con  un ferreo controllo sugli standard qualitativi, garantiti anche dalla produzione di tutti le nostre varietà con un basso impatto ambientale, dando così al consumatore un prodotto più buono e più sano”.

Quella di Tenuta Castello è un’attenzione massima alle esigenze del cliente, “a cui offriamo una selezione di risi 100% italiani e di altissima qualità - continua Vercellone - tra cui troviamo il carnaroli (anche nelle versioni biologico e biologico integrale), il riso integrale venere, il riso integrale ermes e il vialone nano. Oltre ad alcuni prodotti che si distaccano leggermente dalla filiera risicola: Il farro decorticato e le nostre farine di mais biologiche (sia fine che rustica)”

Ma Martina Vercellone sottolinea anche un elemento particolare della sua azienda: “La caratteristica che più ci distingue è la minima lavorazione del chicco: inizialmente esso è rivestito di 7 “pellicine” che ne proteggono il cuore (dov’è contenuto l'amido), composte perlopiù da fibra e, quindi, molto salutari. Poiché una lavorazione invasiva, piuttosto diffusa, andrebbe ad eliminare quasi tutti tali strati, la nostra azienda ha deciso di lasciarne intatti ben 4 su 7, ottenendo così un riso più strutturato, che tiene meglio la cottura e rilascia l'amido al momento opportuno, con vantaggi in termini nutritivi e di gusto”. Un valore aggiunto che non passerà inosservato all’attento pubblico di Gourmet Food Festival, dove l’Azienda Agricola Tenuta Castello sarà presente mettendo in vendita i propri prodotti nei padiglioni di Lingotto Fiere dal 17 al 19 novembre 2017.