Carlo Cracco

Chef del Ristorante Cracco a Milano

Nato a Vicenza nel '65, frequenta l’I.P.C. a Recoaro Terme, lavorando nei weekend per il Ristorante Da Remo (Vicenza). Nel 1986 inaugura la sua carriera professionale da Gualtiero Marchesi a Milano, per poi volare in Francia. Qui ci rimane per ben tre anni, frequentando le cucine di Alain Ducasse (Hotel Paris) e Lucas Carton (Paris, Senderens). Dopo le esperienze francesi, Cracco decide di tornare in Italia, prima a Firenze all’Enoteca Pinchiorri, poi al ristorante di Gualtiero Marchesi: L’Albereta a Ebrusco. Dopo tre anni apre finalmente il suo ristorante, Le Clivie in Piobesi d’Alba, premiato solo dopo un anno con una stella Michelin. Non contento accetta l’invito della famiglia Stoppani di aprire il ristorante Cracco Peck, dove attualmente lavora come Chef Executive. Ed è qui che comincia la sua fama fatta di stelle e forchette (quelle della guida Ristoranti d'Italia del Gambero Rosso). Il resto è storia recente: dal 2007 è unico proprietario del Ristorante Cracco, che prossimamente si trasferirà in Galleria Vittorio Emanuele II a Milano.